Su di noiFUNIVIE

Siamo una società con esperienza storica nella ricezione, trasporto e deposito di rinfuse solide nell’Alto Tirreno. Da più di un secolo trasportiamo le merci sbarcate nel porto di Savona sino ai parchi deposito di San Giuseppe di Cairo, oltre l’Appenino Ligure, grazie a un sistema integrato di trasporto costituito da nastri trasportatori e da due linee funiviarie.

Siamo leader nell’attività di movimentazione, stoccaggio, ricarico con composizione e manovra di tradotte ferroviarie, ricarico su gomma e spedizione di rinfuse solide, lavorazioni di vagliatura, frantumazione, miscelazione ed insaccatura. Offriamo un’ampia gamma di servizi sulle merci trattate a diversi tipi di clientela: cementifici, centrali termoelettriche, industrie siderurgiche, fonderie, cokerie, vetrerie, impianti chimici ed altri utilizzatori, localizzati principalmente nel Nord-Ovest dell’Italia.

Le nostreCERTIFICAZIONI

ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 – L’azienda adotta il Sistema di Gestione Integrato Qualità/Ambiente la cui conformità alle norme ISO 9001:2015 e ISO 14001:2015 è certificato da RINA Services S.p.A. per i seguenti campi di attività: “Gestione del sistema di trasporto di rinfuse solide tramite nastri trasportatori e vagonetti su linee funiviarie dal porto di Savona ai parchi deposito di San Giuseppe di Cairo Montenotte (SV). Lavorazioni di vagliatura, miscelazione ed insaccatura delle rinfuse solide, attività di movimentazione, stoccaggio, ricarico con composizione e manovra di tradotte ferroviarie, ricarico su gomma e spedizione di rinfuse solide”.

FunivieCENNI STORICI

1912

Nascono le Funivie Savona

Ideate, progettate e realizzate per risolvere il problema della carenza di spazi del porto di Savona, incapace di gestire le grandi quantità di carbone di cui aveva bisogno il Nord Italia. Le Funivie congiungono, oggi come allora, il porto savonese con le vaste aree di San Giuseppe di Cairo, rivestendo un’importante presenza nella logistica, nel trasporto e nel deposito di rinfuse solide nell’Alto Tirreno.
1926

Il nuovo pontile di sbarco

Grazie alla costruzione del nuovo pontile di sbarco di Miramare, il carbone non viene più scaricato a braccia dalle navi alle chiatte in ceste (le cosiddette “coffe”), ma tramite quattro scaricatori a benna che consentono di sbarcare un carico di rinfusa di 6.000 t in sole 24 ore anziché in 10 giorni.
1937

La seconda linea funiviaria

Dopo 25 anni dall’inizio delle Funivie Savona – San Giuseppe, viene realizzata la seconda linea funiviaria, parallela alla prima e con le medesime caratteristiche con l’unica differenza, per ragioni orografiche, di un traliccio di sostegno in meno.
2005

Iniziano i lavori del tunnel sottomarino e della galleria

Si inizia a realizzare la linea di trasporto a nastri che va dal porto di Savona alla stazione di San Rocco.
2007

Il Ministero dei Trasporti assegna la concessione

Il Ministero dei Trasporti assegna la concessione venticinquennale a Funivie S.p.A. per la gestione dell’infrastruttura e dei servizi di trasporto merci da effettuarsi mediante gli impianti della funivia Savona San Giuseppe e del relativo parco ferroviario.
2010

Viene inaugurata la Darsena Alti Fondali

Per adeguarsi alla stazza delle navi porta rinfuse più moderne, viene dismessa la storica stazione di sbarco e di partenza di Miramare. Oggi il trasporto funiviario è collegato tramite nastri in galleria (1.100 metri sotto il mare e 500 metri sotto terra) al nuovo e performante terminale di sbarco presso la Darsena Alti Fondali del Porto di Savona in grado di accogliere navi fino a 130.000 t.
2013

La copertura dei parchi

Viene approvato il progetto di copertura dei parchi di stoccaggio del carbone della stazione San Giuseppe, poi avviato nel 2014.
METTITI IN CONTATTO CON NOI
CONTATTACI