Nella mattina di oggi, lunedì 25 novembre, il direttore di esercizio e l’amministratore delegato di Funivie S.p.A., Marco Bogliacino e Paolo Cervetti, insieme con i tecnici della società, hanno effettuato un sopralluogo per valutare la situazione dei 17 chilometri di linee funiviarie che trasportano rinfuse tra Savona e la Val Bormida. Nella notte tra sabato 23 e domenica 24 si è verificata una imponente frana in prossimità della stazione di partenza di San Rocco che ha provocato la piegatura di uno dei piloni di sostegno, sulla linea due, e la rotazione di un altro traliccio, sulla linea uno. La zona, poiché i Vigili del Fuoco non sono ancora potuti intervenire, è presidiata dal personale di Funivie, un’abitazione sottostante è isolata perché la frana ha bloccato la strada. Per risolvere la situazione, quando la massa franosa sarà stabile, occorrerà liberare la strada di accesso, successivamente fare indagini geologiche e ripristinare l’impianto. “Il personale di Funivie, con tutti i mezzi in dotazione, ma anche a piedi dove il territorio è boscoso e inaccessibile, sta verificando i 380 piloni lungo i 17 chilometri dell’impianto. Al momento altri due pali di sostegno, in zona Voiana, tra le stazioni motrici intermedie di Ciatti e Cadibona, risultano abbattuti” ha dichiarato l’amministratore delegato Paolo Cervetti al termine del sopralluogo.

ufficio stampa gruppo Italiana Coke
stampa@gruppoitalianacoke.it